Il santuario di San Lino è una piccola chiesa situata nella frazione di Binzago. Inserita in un contesto ambientale e paesaggistico di pregio, la chiesa presenta una struttura circolare, anticipata da un porticato, dotata di portale centrale affiancato da finestrelle quadrangolari ed una finestra posta nella parte alta del fronte, mentre la copertura è a due falde.

L’interno è a pianta circolare, ad aula unica, con copertura a due falde, mentre il presbiterio, di piccole dimensioni, rialzato e quadrangolare, è dotato di copertura voltata a botte e fondale absidale piano.

L’aula cilindrica, preceduta da un portico con dipinti del XV secolo e saldato a oriente con il presbiterio di età barocca, mostra una muratura di piccoli conci stondati allettati con irregolarità, riconducibile al secolo XI al pari delle due monofore strombate, quella sud occlusa nella feritoia, quella nord a filo delle spalle. La copertura a doppio spiovente poggia su di un sopralzo di età moderna, intuibile in corrispondenza delle catene in ferro che legano l’arcone a sostegno delle falde. Di notevole importanza è anche l’affresco con i santi Gervasio e Protasio, cui la chiesa era dedicata in origine, a metà del Quattrocento.

Accessibile dal portale architravato occidentale, scarsamente illuminato e intonacato, lo spazio circolare immette a est nella scarsella voltata a botte e ornata di stucchi, probabile rifacimento di quella romanica. Dissodando il terreno lungo il fianco nord, scavi volontaristici avrebbero rinvenuto sepolture (non documentate e ricoperte), forse legate alla funzione di santuario assunta dalla chiesa in età moderna.

INDIRIZZO

  • località Binzago -Agnosine (BS)