L’Altopiano di Cariadeghe, un’area di grande importanza naturalistica, sia per la sua geologia che per la sua flora e fauna.
Camminando lungo i sentieri dell’altopiano si incontrano giganteschi alberi centenari, vedute vertiginose di grotte, le cosiddette cavità del “Bus del Lat” un tempo utilizzate per lo stoccaggio del latte, le testimonianze dell’antica potenza monastica concentrata nel complesso edificato nel Medioevo sul monte S. Bartolomeo.
Vi si trovano piccole fattorie dedicate all’allevamento di mucche, capre e alla lavorazione del latte in ottimi formaggi e gelati artigianali.
L’Altopiano di Cariadeghe è un territorio ondulato, che si estende dietro Serle ad un’altitudine media di 700 / 800m tra la Valle di Caino, le pendici del monte Dragoncello a sud-ovest, e il monte Ucia a nord, mentre a sud, si apre luminoso sulla terra piatta.
L’ambiente è molto verde e piacevole; all’inizio ci sono prati con alcune fattorie, mentre all’interno c’è un fitto manto boschivo con nocciole, betulle, carpini e alcuni bei faggi. Grazie ad una variegata rete di sentieri e strade sterrate (tabulati) l’Altopiano può essere percorso in lungo e in largo senza particolari difficoltà. La caratteristica che la rende un ambiente quasi unico in Lombardia, sono le fenomenologie carsiche: ha infatti una conformazione unica e singolare nel contesto del paesaggio naturale bresciano, dovuto principalmente alle sue manifestazioni vistose e diffuse del carsismo; doline che penetrano nel sottosuolo roccioso.

INDIRIZZO

  • Piazza Boifava 13, Serle – Altopiano di Cariadeghe

CONTATTI

PHOTO GALLERY