Il Museo del Lavoro è nato nell’anno 2000 grazie all’attività di un gruppo di amici riuniti in Comitato, appassionati raccoglitori di testimonianze legate all’economia della Valle Sabbia, con uno spiccato interesse per i prodotti dell’artigianato e dell’industria. Nel 2001 il Comitato confluisce nell’omonima Associazione.

L’edificio di Via Madonna del Convento, ristrutturato e messo a disposizione dal Comune, è sede definitiva del museo dal 2008. Ricorda, nel toponimo, l’antica istituzione fondata dai frati Cappuccini nei primi anni del Seicento. Soppressa sul finire del Settecento, l’edificio viene adibito a caserma, intestata al colonnello garibaldino Giovanni Chiassi. Alla fine dell’Ottocento ospita una Compagnia di Alpini denominata “Rocca d’Anfo” e successivamente, con l’ampliamento della forza, “Battaglione Vestone”. Viene utilizzata quale ospedale da campo e magazzino nella Grande Guerra; in seguito ospita la divisione di cavalleria “Ariete” dei Lupi di Toscana e nella seconda guerra mondiale funge da luogo di raccolta dei prigionieri di guerra, utilizzata anche dalle “Brigate Nere” della Repubblica Sociale di Salò. Divenuta sede di presidio con Compagnia di disciplina, verrà utilizzata infine come ricovero di famiglie sfollate a seguito dell’evento franoso del 1959, verificatosi nella frazione Levrange di Pertica Bassa.

INDIRIZZO

  • Via Madonna del Convento 6, Vestone

PHOTO GALLERY